Una città di eroi…

Per gli appassionati di storia dell’archeologia, il nome della città di Troia evoca suggestioni, intrighi e antiche battaglie. Per tutti, poi, il nome di questa antica città fortificata è associato all’inganno del cavallo di legno, ideato, com’è noto, dall’astuto Ulisse (Odisseo), per espugnarla, dopo l’interminabile assedio...

Navigazione astronomica

“Andar per mare” non è mai stato semplice. Pensiamo ad esempio a quanto sia difficile riuscire a mantenere la rotta, o individuare la propria posizione, in mezzo all’Oceano, senza l’aiuto di “indicazioni”, ovviamente. Insomma: “cibo” per veri lupi di mare…

Una casa… nel deserto

Una delle caratteristiche vincenti della specie umana, grazie alla quale non vi è, praticamente, angolo del mondo in cui l’uomo non sia stato in grado di “arrivare”, è un’eccezionale adattabilità. Vi sono zone nel nostro pianeta apparentemente inospitali, dure, inaccessibili, che, nonostante questo, sono abitate...

Apri l’ombrello: inizia la danza!

In coda da mezz’ora alle Poste Centrali (odioso effetto Covid!), per ritirare una raccomandata, ascolto la conversazione tra due simpaticissimi pensionati, entrambi preoccupati per la scarsità delle piogge, potenzialmente letale per il buon esito del duro lavoro degli agricoltori.Uno dei due, provando a sdrammatizzare, nel congedarsi dall’amico conclude così: Dai, Valter: vorrà dire che ci … Leggi tutto Apri l’ombrello: inizia la danza!

I camelidi

I camelidi si possono ricondurre a specie sopravvissute alle catastrofi preistoriche che portarono all'estinzione dei dinosauri. Tutto ebbe inizio nel Nord America, da qui, circa 11 milioni di anni fa, una parte di camelidi migrò a nord ed attraversò lo Stretto di Bering, raggiunse l'Asia e diede origine al Cammello Bactriano (due gobbe), proseguì attraversando il Medio Oriente, arrivando all'Africa e diede origine al Dromedario...

Leggo, ergo sum

A vederli sembrano tutti in gamba, spigliati, aperti alle esperienze più diverse, per farsi largo nel mondo; a vederli sembrano ben preparati, impegnati nello studio, al passo coi tempi; a vederli sembrano (perché lo sono…), figli del proprio tempo, in equilibrio costante, tra le nuove tecnologie e le fragilità tipiche dell’adolescenza...