I fortuiti casi della vita

Simonetta Starrabba, designer di gioielli, come tutte le bimbe del mondo amava le favole, i giochi e soprattutto adorava scovare vecchi abiti nella soffitta di casa. Fu proprio lì che ebbe il primo incontro con ciò che sarebbe diventato vero amore: i bottoni. Forse lì per lì neppure se ne accorse, ma quell’incontro le avrebbe cambiato la vita…… Read More I fortuiti casi della vita

Annunci

Zero “like” alla noia…

Un servizio del TG rende conto di un’iniziativa molto particolare (ma già in uso da tempo, mi dicono); a me verrebbe da dire scioccante: una Scuola Media ha organizzato una gita, non (come ci si aspetterebbe), solo a fini d’istruzione, ma per avviare, con i ragazzi, un percorso di disintossicazione (sì: disintossicazione), dalla dipendenza dallo smartphone…… Read More Zero “like” alla noia…

Grasse – La vera patria di Chanel Numero 5

Coco Chanel si rivolse a Ernest Beaux, il profumiere incaricato di soddisfare i suoi desideri, e disse: “Voglio un profumo da donna, dall’odore di donna. Non voglio nessun olezzo di rose o mughetto, voglio un profumo elaborato”. Fu così che, con la missione di ridefinire il concetto di femminilità per cancellare il romanticismo di quell’epoca, il chimico si recò “alla terra promessa” – Grasse, e qui mise a punto la formula (80 ingredienti) del più famoso profumo del mondo indossato da Marilyn Monroe per andare a dormire…… Read More Grasse – La vera patria di Chanel Numero 5