…mi fido?

Cosa significa “avere fiducia” in qualcuno, o in qualcosa? Quanto conta, questo, nel percorso della nostra esistenza? E ancora: a quali insidie ci esponiamo, quando ci abbandoniamo a questo “atteggiamento”?...

Non è bello ciò che è bello…?

Nessun concetto è più “opinabile” di quello di “bello”; niente è più discutibile: cos’è “bello”? E perché lo sarebbe? In realtà, definire il “bello” significa limitarsi a provare a inquadrare le sensazioni che si addensano in noi, tra mente e cuore, quando “qualcosa” ci piace, appagando la nostra idea di “bello”, appunto...

Chi c’è al timone…?

L’incognita di una “sfida” ci attrae: ci fa paura, d’accordo, ma non resistiamo al suo fascino. Perché noi, gli esseri umani, siamo fatti così. Le difficoltà ci mettono alla prova; ci sfibrano; ci piegano; talvolta ci spezzano, ma ci “formano” e, soprattutto, non consumano la nostra innata vocazione al voler “andare oltre”; al cercare la “via d’uscita”; al voler apprendere da ogni situazione, incluse quelle più dolorose, che spesso si incontrano in quel “percorso” imprevedibile che è la vita...

Un’esistenza da… vivere

L’Essere Umano non si limita a “esistere”: egli “vive”. Tutto “esiste”: gli alberi, le montagne, gli oceani, gli animali… Ma “vivere” (al di là di un elementare riscontro squisitamente “biologico”), significa anche maturare un variegato “percorso” di coscienza di sé, in grado di condurre alla piena consapevolezza della differenza tra l’ “essere Uomo” e il resto dell’ “esistente”, appunto...

La virtù del dubbio

Nessuno può credersi al sicuro dalle sue grinfie: quando inizia a fare “capolino” nella nostra mente, è fatta: quasi certamente la spunterà lui. Il “dubbio” è un avversario subdolo, astuto, tenace; non ha nessuna fretta di raggiungere il suo scopo, semplicemente perché uno scopo non ce l’ha. Eppure riesce sempre a "inventarsene" uno!...

Tra Passato e Futuro?

Chi “conosce” davvero il Tempo? Ecco come potremmo sintetizzare (riducendola all’osso), l’antica questione che ci lega, inestricabilmente, alla dimensione temporale, così sfuggente e che, tuttavia, contiene e avvolge, ogni attimo della nostra esistenza…

Forma e sostanza

La Verità non può essere “interpretata; non può (né sa), “adattarsi” alle circostanze, perché essa stessa le genera; la Verità ha un suo ruolo e una posizione ben precisi. Che piaccia o no, va presa così come si pone, dal momento che ad essa non compete, né...