Lo spettacolo dell’Arte

Il recente show virtuale parigino (ma non solo…), offertoci dall’Haute Coture, a tratti decisamente incantevole (si pensi ad esempio, al superbo lavoro presentato da Mr. Georges Hobeika), nonostante le vincolanti limitazioni imposte dal Covid, ci fornisce l’occasione per tornare su un argomento sempre molto stimolante, sempre attuale: l’Arte...

L’appuntamento con l’Haute Couture è diventato digitale

La pandemia ha costretto anche il settore della moda, in particolare dell'Haute Couture - settore considerato intoccabile - a notevoli ripensamenti ed i rituali, che da sempre caratterizzano la settimana Haute Couture e che sono, per così dire, la sua natura, sono stati letteralmente ribaltati o del tutto cancellati...

Sculpteurs de la forme

L'idea di una mostra che unisse due geni indiscussi della storia della moda - Azzedine Alaïa e Balenciaga - venne, pochi mesi dopo la morte del primo e decenni dopo la morte del secondo, a Hubert de Givenchy che si recò presso la Fondazione Alaïa manifestando questo suo desiderio...

Buon compleanno Dior Bar Jacket

Mi viene da dire: "Settantatre anni e non sentirli". Tanti sono gli anni che questo iconico capo di abbigliamento ha appena compiuto il 12 febbraio u.s. Mai inadeguata e sempre alla moda, anno dopo anno non invecchia mai. Era il dicembre 1946 quando Dior seduto ai tavoli dell'Hotel Plaza Athénée di Parigi fu colto dall'illuminazione e tornato nel suo laboratorio disegnò la bozza del modello della Bar Jacket...

Haute Couture, al di sopra delle tendenze

Si è recentemente conclusa a Parigi la settimana Haute Couture SS2020; come ben sapete considero l'Alta Moda come la parte artistica della moda stessa. L'Haute Couture è un mondo inesplorato di libertà creativa, è una piattaforma per l'innovazione, è al di sopra delle tendenze, è un'espressione di bellezza ai massimi livelli estetici e qualitativi...

Il Loden: una vera star fra storia, aneddoti e curiosità

Il loden è un tessuto ricco di tradizione, il tessuto delle genti di montagna: uno spesso panno di lana che protegge da pioggia e neve nei lunghi inverni delle valli. In Val Pusteria, più precisamente nella cittadina di Brunico, tutto ebbe inizio nel 1894, quando Josef Beikircher inizio per primo a produrre robusti capi in loden per cacciatori e contadini; solo due anni dopo entrò in azienda l'imprenditore Josef Moessmer e poco più tardi ne divenne l'unico padrone...

La rubrica di Celine #9: Le slinghback

Si esce la mattina in beige e nero, si pranza in beige e nero, si va ad un cocktail in beige e nero. Si è eleganti da mattina a sera. Ecco che, con questa convinzione, Madamoiselle Coco, nel 1957, dopo aver influenzato il mondo della moda con il tubino nero, la giacca di tweed e la borsa trapuntata, inventa le slingback, aggiungendo un tocco in più all'eleganza delle donne.

Colori: la rubrica di Celine #8

Le sfilate prêt-à-porter primavera/estate 2020 ormai volgono al termine e, nonostante il colore Pantone 2020 sarà ufficializzato il prossimo dicembre, un'idea noi ce la siamo fatta. Facendo un passo indietro, ricordiamo che il coloro dell'anno 2019 è il Living Coral, una tonalità calda e tranquilla tra l'arancione ed il rosa che ricorda proprio il colore dei coralli...