La creazione del violino – leggenda

Una povera coppia desidera invano di avere un figlio e la moglie si lamenta della sua sofferenza con una donna anziana che incontra in una foresta. La strega la rimanda a casa con le istruzioni: "Vai a casa e apri una zucca, versaci dentro il latte e bevi. Darai quindi alla luce un ragazzo che sarà felice e ricco! " Sebbene la moglie segua il suo consiglio e dia alla luce un bellissimo bambino, si ammala e muore poco dopo...

Così piccola e… gustosa!

Di tanto in tanto, ora che la stagione ha virato decisamente verso l’Autunno, magari passeggiando in centro, sarà facile imbattersi nei venditori di “caldarroste”…: piacevole tenerle tra le mani, così calde; divertente sbucciarle, così croccanti; delizioso gustarle, così dolci! Ci sono varie leggende, a proposito della castagna… Ve ne propongo un paio...

Tra… Scilla e Cariddi

Nell’antichità, per dare una spiegazione a fenomeni del tutto naturali, ma particolarmente “pericolosi”, ci si aiutava con la mitologia. Ad esempio, per mettere in guardia i naviganti sulle insidie della navigazione nello Stretto di Messina, flagellato da correnti molto insidiose, si giunse al mito di Scilla e Cariddi...

…un tagliatore di bambù

Spesso i cosiddetti “racconti popolari”, costituiscono vere e proprie “perle” nascoste della cultura di un popolo, che un attento lavoro di “recupero” riesce a portare alla luce, a beneficio di tutti. Il Taketori monogatari ("Il racconto di un tagliatore di bambù"), per esempio, datato al X secolo e meglio noto col titolo “Storia di un tagliatore di bambú”, è la trasposizione letteraria di un novella popolare giapponese, e viene considerato il più antico esempio di narrativa nel Paese del Sol Levante...

L’amore di una… Sirena

Quand’ero bambino credevo che esistessero davvero, le Sirene, e quando arrivava l’estate non vedevo l’ora di partire per il mare (il “solito”, incantevole mare, del “solito”, piacevole paese del Cilento), per riprendere la mia “ricerca investigativa”, nella speranza (finalmente!), di un avvistamento. Un po’ come la storia di Loch Ness, in fondo…