“Nell’abbraccio della luna – Quando l’amore rende inutili i sogni” by Roberto Pellegrini e Madame Trebien

E' con un po' di orgoglio e non poca emozione che annuncio la ormai prossima uscita dell'ebook "Nell'abbraccio della luna - Quando l'amore rende inutili i sogni", che mi vede coautrice di Roberto Pellegrini. Consideriamo questo nostro nuovo lavoro il proseguimento naturale (…ed il completamento, forse), del precedente “RIFLESSI D’AMORE. Anime allo specchio”, che ha incontrato il gradimento di molti lettori...

Siamo stati anche bravi…

Tendo a far risaltare i lati negativi del mio paese e tutto quello che ne deriva. Elogiare solo gli aspetti positivi trasformerebbe il mio scrivere in oppio per popoli e per questo motivo, spesso vengo male inteso. Al contrario di ciò che si pensa, sono molto più patriottico di quello che do a vedere. Ormai credo sia evidente la mia passione per i motori e per le 4 ruote. Croce e delizia!

Auto italiane assai… BIZZARRE

Gli americani hanno la Silicon Vally ma noi abbiamo la Motor Vally. Tutto possono dirci: che non siamo bravi a sfruttare i nostri patrimoni, che siamo qui, che siamo la, ecc... ma nessuno può dirci che non siamo bravi a costruire macchine! ... o forse si? Diciamo che non è tutto oro quello che luccica. Sicuramente il Made in Italy automobilistico ha un bel pedigree. Solo pochi sono in grado vantare una storia motoristica come la nostra, ma non tutte le ciambelle riescono col buco. Marchio blasonato non significa sempre avere il meglio. Diciamo che anche noi abbiamo dato alla luce qualche "cinesata" che di Made in Italy sarebbe stato meglio non avesse niente.

Online o fisicamente

Fare acquisti è sempre più facile e comodo ma non tutti acquistiamo nello stesso modo!... Siamo tempestati quotidianamente da messaggi pubblicitari: newsletter, sms, chat, ad, spot televisivi... Le pubblicità stanno ovunque ma quale sarà il più conveniente? Bella domanda che comporta molte indagini e altrettante riflessioni. Negli ultimi tempi si sente spesso parlare di acquisti online come la Mecca del risparmio, anche se non sempre è così; oppure di acquisti volantino che essenzialmente sono degli oggetti che vengono venduti a prezzi "stracciati" che in realtà hanno un valore "molto" più alto. Il meglio? Nessuno dei 2 Parto sempre dal presupposto che se costa poco e vale tanto perchè dovrebbe costare poco? Farò un esempio pratico, se un iPhone alla Apple costa 800€ perchè su Amazon o al negozio del centro commerciale dovrebbe costare 500€? Le possibilità sono 2: Non vale gli 800€ che mi chiede la Apple La Apple si è ricitrullita di colpo Stesso discorso vale per la lavatrice, il frigorifero, la tv, la musica, i film ecc... Le promozioni lasciano il tempo che trovano e il più delle volte sono una perdita di soldi. Su quelli che sono i prodotto "commerciali" non c'è Santo che regga se aspetti 2 mesi lo trovi a meno della metà. Il discorso cambia se si tratta di prodotti non "commerciali" ossia quei prodotti che chiameremo "chicche", come per esempio potrebbero essere prodotti artigianali, manufatti, oggetti preziosi, oggetti da collezione ecc... Non so se ci fate caso ma se un prodotto è una "chicca" il costo non cambia mai, sia online che fisicamente. Non si sentirà mai un collezionista di orologi che mette in vendita un Rolex con un messaggio tipo: OFFERTA ROLEX SOLO €100 Affrettati, offerta valida solo per acquisti online; oppure offerta valida solo per i primi 5 a che telefonano. Perchè o il collezionista si è bevuto il cervello (e di questi tempi potrebbe essere plausibile) oppure il Rolex è un ROLEX PATACCA Made in Thailandia. Ci sono prodotto e prodotti Non acquisterei mai una macchina nuova online a scatola chiusa, come va di moda fare da qualche tempo, scegliendo colore motore e poi ti chiamiamo noi quando arriva e te la portiamo a casa; per il semplice fatto che è un oggetto che ha bisogno di essere visto, provato, toccato con mano insomma. Diversamente comprerei senza nessun timore un vestito, un oggetto particolare, esotico, fatto a mano, di valore. PERCHÈ? Perchè acquistato online tutto diventa più sicuro, sembra difficile da pensare ma è così. Più sicuro il pagamento (fatelo sempre con PayPal se non lo accettano è una fregatura annuciata, se non è espresso magari chiedete prima di chiudere la finestra), spedizione tracciata, comodamente a casa vostra e ultimo ma non per importanza la possibilità del reso, è vero a volte può comportarvi una spesa aggiuntiva per il corriere che lo ritorna ma almeno vale la regola "soddisfatti o rimborsati" perchè la legge lo impone sulle trattative online e lo impone anche ai privati e anche a chi vende cose usate, quindi i rischi di prenderlo nel di dietro sono molto inferiori. Online può fare tutte le domande che vuoi prima di acquistare e se il prodotto non corrisponde alla descrizione e alle foto che avete visto, il venditore (sia esso privato o azienda) è obbligato a darvi minimo 7 giorni per il reso e può proporvi 2 alternative: rimborso completo o cambio con altro/i oggetti da lui venduti. Sia in un caso che nell'altro comunque non resterete li come salmoni affumicati se dopo aver acquistato al mercatino tal dei tali, vi siete accorti che la sciarpina fatta a mano che avete comprato sul mercatino degli hobbisti è bucata e quando siete tornati indietro al posto del mercatino ci avete trovato una bella strada. Compra Online che è meglio 😉

Parole by Roberto Pellegrini

Nel percorso della vita si vivono momenti che sono espressioni evidenti delle antitesi che la vita stessa ci riserva. Se potessimo, come il vento, osservare dall’alto il nostro vivere ci renderemmo conto di come il susseguirsi dei nostri giorni passa attraverso momenti ed emozioni l’una contrapposta all’altra: certezze che svaniscono ed altre che si fanno strada, verità che esondano in dubbi e che ci costringono a ritornare su punti che consideravamo capisaldi, angosce e solitudini, che si trasformano nella gioia di un incontro che trasforma la nostra esistenza...

Auto elettrica, esiste da più di 100 anni e nessuno se ne è mai accorto?

Ecco il classico ecologista fissato con l'ambiente che ci viene a raccontare la favola della macchina elettrica! Sono certo che lo pensano in molti, me compreso fino a qualche tempo fa; ma le cose stanno cambiando. Non mi piacciono i giornalisti che esaltano solo ed esclusivamente il lato green e il lato guida, preferirei andare al sodo e parlare a livello più pragmatico che tecnico...