Caro amore ti scrivo…

Banale dirti ti amo oggi, nel giorno di San Valentino, proprio quando queste due semplici parole, correndo sulla bocca di tutti; rimbalzando da uno spot all’altro, di una pubblicità senza contegno; finendo spiaccicate sulle carte multicolori di innumerevoli confezioni regalo (sempre quelle, sempre gli stessi…), che finiscono, poi, inesorabilmente nella “differenziata”, potrebbero rischiare di perdere il loro più intimo significato. Che, poi, è il “segreto svelato” del sentimento più forte del mondo…, che è per tutti lo stesso, ma è “diverso” per ciascuno di noi…

Banale, dicevo, dirti ti amo: logoro quanto vuoi…, ma io te lo dico lo stesso…

Ti amo, sì, e mi emoziona dirtelo; mi emoziona sapere che leggerai queste mie poche righe, con quei tuoi occhi sicuri, che hanno voluto “invitarmi”, un giorno, ad entrare nel tuo “mondo”, a far parte della tua vita, dei tuoi progetti, e persino del tuo passato, dei tuoi giorni, felici o tristi, in cui io non c’ero ancora… E mi trema il respiro…

5794f52404e84f94b93800ae927151c8.gif

Incontrare il tuo sguardo, oggi, è ritrovare il tuo primo sguardo, viverlo e riviverlo, con la potenza che soltanto l’immaginazione di chi si ama profondamente può infondere in un’emozione, rendendola “viva”, pulsante. Rendendola vera; rendendola soltanto nostra.

08621389d3e7a8a0bef3ae6a8cb193f7.gif

Sarò felice di un tuo sorriso, oggi, e lo sarò più di ieri, e certamente meno di domani; ascolterò le tue parole, lasciandomi accarezzare dai significati che esse avranno, o che vorranno avere, soltanto per noi, “libere”, per sempre; modellando la mia anima sull’immagine della tua anima, con il calore di un abbraccio, che non sarà mai l’ultimo, imprimendole una forma, con il solo calore delle mani, come si fa con la cera… E in quella forma noi sapremo riconoscerci, e sarà sempre così, fino a quando io non sarò più soltanto “io” e tu non sarai più soltanto “tu”, ma saremo soprattutto “noi”…

50aa6bd7d3e507c45655d272ce0e80f9.gif

Lasciami vivere della tua vita; sognare dei tuoi sogni; attendere i tuoi domani e tu vivrai, così, della mia vita; sarai il sogno dei miei sogni, il futuro del mio futuro…

Ti amo…

by Roberto Pellegrini

Annunci

Club Filo d’Oro

Il Club Filo d’Oro vuole essere un salotto per tutti coloro che coltivano la passione per la maglia e l’uncinetto ed anche un luogo dove curiosare per trovare idee.

Un luogo dove, con un occhio alle tendenze della moda e l’altro alla qualità dei filati, si chiacchiera su queste arti che giungono dalla notte dei tempi, ma che quotidianamente, grazie alla creatività ed alla fantasia di chi le pratica, si rinnovano restando sempre attuali.

photo_2018-02-08_19-20-14

Tre donne e un incontro casuale, ovviamente in un negozio di filati, e… come si suol dire: “chi si somiglia si piglia” non si sono più lasciate.

Hanno cominciato a frequentarsi, a condividere il loro sapere, a confrontarsi, a farsi venire nuove idee ed eccole qua!

Ognuna con le proprie caratteristiche e le proprie preferenze, ma tutte accomunate dal trip compulsivo di tenere sempre tra le mani il FIlo d’Oro, cioè il filo che permette loro di dar vita alla loro creatività.

photo_2018-02-08_19-20-21

Si augurano di riuscire a stabilire con tutti i lettori il magico contatto, di far accendere quella scintilla che ha unito loro tre e che, giorno dopo giorno, alimentano con nuove idee.

Sul loro blog c’è una pagina contatti che potrete utilizzare in qualsiasi momento per ogni vostra curiosità, cercheranno di essere più solerti possibile nel rispondere.

Poesia, specchio della vita…

La Poesia è nelle esperienze che viviamo, e nella vita che ci immaginiamo…

Probabilmente è così che tenterei di sintetizzare in una definizione, la mia idea di Poesia…

In realtà, cosa sia esattamente la Poesia, nessuno può dirlo. Ma è innegabile il fascino che questa nobile e misteriosa forma d’Arte abbia, da sempre, esercitato sull’animo umano…

Rivelatrice di sogni segreti, di sentimenti sul punto di spiccare il volo, di silenzi densi di significati, di timidezze in cerca di un coraggio perduto…, la Poesia si fa, romanticamente, se credete, portavoce del nostro mondo interiore, della nostra intimità più vulnerabile; della nostra anima nuda…

8cf5fc065524d73ed71265b058ec657b

Attraverso di essa si riesce spesso a definire quel “qualcosa” che sentiamo vibrare in fondo al cuore, catturando quell’attimo esatto in cui la nostra sensibilità resta “abbacinata” da un’esplosione di sensazioni, luminose e confuse, come un fuoco d’artificio improvviso…

esplosione-gif

Ecco cos’è un Poeta…: un “cronista” delle emozioni, un “cacciatore” di schiocchi di luce, catturati e salvati dal buio dell’indifferenza…

I Poeti (che non sono mai persone “facili”…), sanno “ascoltare” i propri silenzi ed i silenzi della vita; sanno raccontarli; riescono a comprenderli e a tradurli sul foglio di carta, per farne “dono” a tutti…; e sanno trasformare in “silenzio”, il “frastuono” inutile e fuorviante della superficialità…

1a-poesiacasa_do_poeta

Niente gratifica di più un Poeta, quanto la certezza che qualcuno si sia “riconosciuto” nei versi di una Poesia…, perché, in fondo, la Poesia (come l’Arte in genere…), non è altro che uno “specchio”, di fronte al quale la nostra vita, spesso si riconosce…

d181d0bed0bdd0bdd0b8d0ba-d187d182d0be-d0bed0b7d0bdd0b0d187d0b0d18ed182-d181d0bdd18b-d181-d187d0b5d182d0b2d0b5d180d0b3d0b0-d0bdd0b0-d0bf

Non si fa mai Poesia per “lavoro”: un Poeta, innanzitutto, asseconda sempre un’”esigenza” creativa, un “istinto” indomito, come fa il Pittore, il Musicista, il Romanziere…

Il grande Jorge Luis Borges era solito affermare: “Ogni poesia è misteriosa; nessuno sa interamente ciò che gli è stato concesso di scrivere…”.

Sì: la Poesia è una “scoperta” meravigliosa…

by Roberto Pellegrini

Se amate la poesia vi segnaliamo il nostro libro: “Il sentiero dei sogni: raccolta di poesie commentate” che trovate qui

photo_2017-07-21_16-41-56

Fashion Week New York

Oltre oceano i gusti sono decisamente diversi da quelli europei, vale comunque la pena di dare un occhio alle passerelle della Fashion Week New York

Adam Selman

Adame Selman prende ispirazione da Cheyco Leidmann, fotografo degli anni ottanta e trasferisce le immagini sulla sua collezione. Ne esce una passerella colorata con una giusta dose di femminilità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Adeam

Forme asimmetriche e fluide per questa collezione che ci riporta alle donne giapponesi che negli anni Venti andarono contro le antiche tradizioni alla ricerca di una diversa modernità e di una forte emancipazione. Collezione che ha il sapore romantico, leggero e femminile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Creatures of Comfort

Collezione che sembra dire: “Metto ciò che voglio, abbinato come voglio, nei colori che voglio.” Tutto all’insegna della pura libertà.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Jason Wu

Femminile, asimmetrica e ricca di volants e plissettature, per un look un po’ sofisticato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Jeremy Scott

Non è uno degli stilisti che preferisco, ma la sua ironia scenografica colorata è indiscutibile. Se piace a lui…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alexander Wang

Alexander Wang punta al corto, si rifà agli anni ’80, con spalle importanti e vite segnate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Bottega Veneta

Bottega Veneta sbarca a New York e Tomas Maier, per l’occasione, pensa a qualcosa di eclettico. Pigiami fluidi in velluto di seta sono portati con lunghi cappotti-vestaglia in colori gioiello.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Io ce la farò

“La vita si serve spesso del dolore, per impartire le “lezioni” più importanti.”
by Roberto Pellegrini

Non c’è verità più azzeccata di quella sintetizzata da Roberto in questo aforisma; se ci soffermiamo a riflettere, ci rendiamo conto che da un dolore impariamo moltissimo, da ciò che sembra apparentemente inaccettabile emerge la forza per andare avanti, per cucire sogni, per sciogliere nodi, per affrontare il futuro con reattività e intraprendenza.

ensko-srce-14-n

Chi interiorizza un dolore senza lasciarsi sopraffare, non limitandosi ad esistere, ma vivendo da protagonista, acquisisce la capacità di crescere e di responsabilizzarsi, cominciando a mettere nella propria quotidianità entusiasmo, passione e aspirazione, dando un senso alla propria esistenza.

Affrontare i dolori e diventare emotivamente forti richiedere lo sforzo di un lavoro interiore; come diceva Lao-Tse: “E’ forte chi vince gli altri, ma è potente colui che in grado di conquistare sé stesso”.

light

Interiorizzare un dolore non è sinonimo di resa, ma volontà di affrontare il futuro dando un senso diverso agli ostacoli.

Riuscire in questa impresa ci rende forti, entusiasti e in grado di lottare per quello che desideriamo senza paura, applicando la perseveranza, virtù assai complessa, che permette di proseguire con tenacia e forza di volontà anche di fronte alle difficoltà.

gioia-dolore-gibran

 

 

La favola della Giada He

Stare dalla parte della verità, sempre e comunque; scegliere di non scendere mai a compromessi, soltanto per coglierne l’effimero “frutto”; combattere la superficialità altrui, per difendere le proprie convinzioni, anche quando l’evidenza sembra giocare contro di noi, non è impresa facile, per nessuno. Non lo è mai stato e non lo sarà mai…

essere-felici

E per riuscire in questo sforzo, occorre essere ispirati da un’incrollabile certezza: caparbietà e coerenza, prima o poi si impongono… Spesso inaspettatamente e contro ogni previsione…

La bella Favola Cinese che vi propongo oggi, affronta questo tema…

Cito…

Un uomo di cognome He residente nel regno del Chu aveva trovato una giada grezza sul Monte Chu. Andò quindi ad offrirla al re Li, che la fece valutare. Un artigiano della giada sentenziò: “E’ una pietra comune!” Il re allora condannò l’uomo alla pena della mutilazione del piede sinistro per averlo ingannato.

giada-grezza

Quando il re Li morì, gli successe sul trono il re Wu. He andò dal nuovo sovrano con la giada, il quale a sua volta la fece controllare. Un altro artigiano osservò: “E’ una pietra comune!” il nuovo sovrano condannò l’uomo alla pena di mutilazione del piede destro per la stessa ragione.

Quando il re Wu morì, gli successe sul trono il re Wen. Abbracciando la giada, He pianse ai piedi del Monte Chu per tre giorni e tre notti, al punto che gli occhi quasi sanguinavano. Il re Wen fece chiedere il motivo del suo pianto. L’inviato reale domandò a He: “I mutilati ai piedi sono molti sotto il cielo, perché piangi in modo così disperato?” “Invece di lamentarmi per la mutilazione ai piedi, piango perché una giada preziosa è considerata una pietra comune e un uomo onesto un imbroglione.”

Il re Wen fece lavorare la giada grezza da un artigiano, dal che emerse che era davvero una giada preziosa, che il sovrano chiamò “Giada He”. 

ragazza-giada

a cura di Roberto Pellegrini

I colori hanno un linguaggio: quello delle emozioni

“Il colore è un mezzo per esercitare un influsso diretto sull’anima.
Il colore è il tasto.
L’occhio è il martelletto.
L’anima è un pianoforte con molte corde.”
Così affermava Wassily Kandinsky ed io mi trovo perfettamente d’accordo con lui.
Ogni colore trasmette emozioni, ogni tonalità ed ogni combinazione influiscono sulla psiche umana, tanto da diventare oggetto di studi e da essere ossessione e tormento di un altro grande maestro: Claude Monet.
Il fenomeno ottico di ogni colore stimola il cervello in modi diversi, questa teoria ci perviene da molto lontano, gli egizi infatti, ad esempio, associavano il rosso all’ira degli dei ostili. Oggi, dopo approfonditi studi sui colori, si applicano dei modelli nell’ambito del marketing, o meglio nel neuromarketing.
Per esempio…
colore-bianco-sognare-significato-interpretazione-numeri

… il colore bianco è simbolo di purezza, onestà, infonde pace e tranquillità.

the_peter_rose

… il colore rosso è il colore dinamico per eccellenza, caldo, seducente, quasi aggressivo (pensate aumenta persino il ritmo cardiaco).

verde-525x328

… il colore verde è associato alla natura, alla rinascita, alla pace, alla tranquillità.

images_foto_articoli_medicina-alternativa_naturopatia_cromoterapia_colore-giallo-cervello-525x328

… il colore giallo rappresenta l’ottimismo, ma stanca facilmente, tanto che, se troppo intenso, stimola il pianto dei bimbi piccoli.

rosa

… il colore rosa equivale a tenerezza, cortesia e romanticismo.

26196754324_b3b24fa595_b-525x328

… il colore lilla ha un non so che di magico e spirituale.

arancione-colore

… il colore arancione è caldo ed entusiasmante.

blackrose

… il colore nero è mistero, potere ed eleganza.

il20blu

E per finire un’attenzione particolare per il colore blu, il colore che riduce lo stress ed induce alla calma. Se chiudete gli occhi e pensate al mare o ad un cielo limpido vi accorgere che, questo colore, in tutte le sue gradazioni, vi regala un senso di benessere e di relax.  Tutto ciò trasforma il blu nel colore antistress per eccellenza, che regala una meravigliosa sensazione di immensa e confortante tranquillità.

significato-del-colore-blu

 

Se vi trovate, come spesso accade, durante una giornata di intenso lavoro, in un momento di particolare tensione, provate ad affacciarvi alla finestra ed ad immergere lo sguardo nell’immensità del cielo.