…la parola non basta!

Le parole non racchiudono in sé l’”essenza” delle cose, anzi: nella pratica Zen esse sono considerate, spesso, un elemento fuorviante, una sorta di sottile “distrazione” al raggiungimento della autentica e profonda “comprensione” della verità, proprio perché la parola può fermarsi soltanto alla “superficie”...

Ciò che per uno scopo non serve più…

... può diventare utile per un altro, e per comprendere questa morale vi racconto una storia indù. C'era una volta un contadino che per guadagnare qualche soldo in più vendeva acqua al mercato. Ogni giorno si caricava sulle spalle un'asta con dieci brocche e si recava a piedi al pozzo, dove li riempiva e facendo più viaggi verso il mercato vi trasportava l'acqua. Delle dieci brocche una era rotta e la cosa strana era che l'uomo cominciava sempre con il riempire e trasportare proprio quel vaso...