New York FashionWeek F/W 2017/18

Mentre sulla Grande Mela imperversa la bufera, sulle passerelle della Fashion Week new yorkese imperversano le nuove tendenze per la prossima stagione invernale. Alcuni nomi molto attesi, alcune nuove comparse, altrettanti marchi che ogni anno si presentano a questo grande show. Cosa abbiamo visto sino ad ora ADAM SELMAN Fioriscono rose ovunque, sia sui look sportivi da giorno, che su quelli più eleganti per la sera, ma soprattutto in capo che siano i capelli stessi a simulare questo splendido fiore o che siano posati sui fascinator, tornati tanto di moda. ADEAM Per una donna di carattere che non rinuncia all'eleganza, tante asimmetrie e tanto pizzo, spacchi sottolineati da perle e alle orecchie orecchini vistosi. CALVIN KLEIN Raf Simons arriva da Calvin Klein ed omaggia l'America con una sfilata di abiti che dice al mondo che tutte le diversità, le culture e gli stili possono coesistere in armonia. CINQ À SEPT Sobria ed elegante. CUSHNIE ET OCHS Classica, molto femminile, intramontabile. DESIGUAL Per una donna indipendente che esprime personalità. Un po' punk, un po rock e un po' glamour. Calze a rete e cappelli borchiati. ERIN FETHERSTON Per una donna classica, aggiungerei un po' bohémien. Tante frange, seta e chiffon. JASON WU Asimmetrie, tessuti operati ed un tocco di colore. JEREMY SCOTT Tra il sacro ed il profano un'esplosione di colore. LA PERLA Molto sensuale e femminile, pizzi, bustier, stretch e fascinator di Stephen Jones. Ma non è finita qui...

Calvin Klein, l’illusionista

Francisco Costa, direttore creativo di Calvin Klein, ha presentato a New York la collezione autunno inverno 2016, dal titolo ‘La sera prima del mattino dopo’. Il pezzo forte della collezione è il tailleur, quasi a suggerire uno scambio di guardaroba tra lei e lui: i completi sono composti da morbidi pantaloni e da giacche realizzate un maniera minuziosa Nella collezione sono inclusi tubini scollatissimi molto sexy e tubini in tessuti tartan, ma la cosa che lascia tutti sorpresi è l'illusione ottica prodotta dai tessuti utilizzati per molti capi; in un primo momento sembra di scorgere cappotti in pelo, poi ci si rende conto che si tratta di fotografie digitali che riproducono la pelliccia di lince e puzzola. Altra nota interessantissima è l'utilizzo di gemme e geodi sugli abiti, decisamente indovinata in una collezione che coniuga l'urbanità con la ruralità. I colori predominanti sono il bianco ed il nero, classici e sempre di moda per un look sobrio ed elegante.