Il ponte di Maincy – Cèzanne

Siamo sul finire della seconda metà del 1800, in questo periodo Cézanne si trova nelle vicinance di Maincy (piccolo territorio situato nella regione dell’Île-de-France), più precisimante soggiorna a Mulen. È proprio in questo periodo che il pittore francese realizza l’olio su tela “Il ponte di Maincy” (oggi custodito presso il Museé d’Orsay – Parigi). Osservando l’opera si nota che Cézanne si distacca molto dall’influsso impressionista , nonostante il soggietto sia spiccatamente di loro gusto, per accostarsi al genere cubista. Già dalla vegetazione si possono notare delle pennellate particolarissime. Il maestro Aix sceglie di inquadrare il ponte dal basso e di utilizzare come punto di osservazione la sponda del torrente, così da contrapporre le linee verticali degli alberi con quelle orizzantali e oblique del ponte.… Read More Il ponte di Maincy – Cèzanne

Annunci

Impressionismo al capolinea

Le divergenze (dopo la mostra impressionista 1887 che vede tutti i maggiori esponenti di questo filone, riuniti e presenti come un gruppo che tenta di essere compatto) iniziano a a prevalere sulle affinità. Oltre alle varie differenze artistiche all’interno di questo “movimento”, ciascuno degli autori che ve ne fa parte, intravede nel proprio io, un elemento di superiorità, che si tramuta ben presto in strategia di divario nei confronti dell’ufficialità artistica che il movimento “richiederebbe”. Molteplici le discussioni animate che si contrappongono tra chi vede il Salon come lo sbocco obbligato della propria ambizione e quella di chi sostiene che la mostra ufficiale sia la strada migliore. In questi schieramenti vediamo:

Salon: Renoir, Cézanne, Sisley e Monet

Mostra ufficiale: Guillaumin, Degas, Caillebotte e Pissarro

Cézanne, più interessato alla sua pittura che al movimento impressionista, abbandona definitivamente le manifestazioni di gruppo e frequenta solo Renoir con il quali da li a pochi anni avrà modo di collaborare.

La mostra del 1879 è quella che sancisce la definitiva “rottura” del movimento dopo il debutto di Guaguin. L’anno dopo Sisley, Monet e Renoir si rifiutano di esporre. Nel 1882 c’è un tentativo di riunione ma si avverte che il gruppo ormai è sfaldato. Nel 1886 si ritenta per l’ultima volta una mostra unita, con la presenza dei nuovi pupilli Signac e Seurat (il quale presenterà quello che è destinato a diventare il capolavoro e manifesto del Pointillisme). Anche questa volta Monet, Renoir e Sisley, si rifiutano di esporre.

Da questo momento l’impressionismo è affare solo di mercanti, collezionisti e critici.
Read More Impressionismo al capolinea

Da dove cominciamo?

Questo primo articolo che scrivo sul blog ho deciso di farlo a presentazione di quello che andrò a pubblicare da qui al futuro

Gli argomenti che andremo a trattare sono:

-LICHTENSTEIN
– GUTTUSO
– KLEE
– ERNST
– MODIGLIANI
– un’infarinatura generale sull’ART DÉCO
– CEZANNE
– GAUGUIN
– un’infarinatura generale sull’ART NOUVEAU
– FONTANA
– MUNCH
– ROTHKO
– HOPPER
– RAFFAELLO
– un’infarinatura generale sulla NATURA MORTA
– BOTTICELLI
– LEONARDO

Per non essere troppo superficiale suddivideremo in puntate ogni movimento artistico, sono ancora indeciso da quale partire, si accettano consigli con un bel commento… Read More Da dove cominciamo?