…dipende da noi

Certe volte, dopo aver commesso un errore, o un passo falso, lasciamo che questo sortisca tutti gli effetti negativi di cui è capace, perché la nostra consapevolezza di aver sbagliato resta immobilizzata nelle sabbie mobili dell’orgoglio.
Se da un lato, infatti, l’orgoglio va considerato (a ragione…), il pungolo necessario al conseguimento di un risultato eccellente, dall’altro, spesso esso si frappone tra un nostro…… Read More …dipende da noi

Annunci

Nishikigoi ossia le meglio conosciute carpe koi

Ben due leggende ruotano intorno a questo amatissimo pesce di origine orientale, simbolo di perseveranza, coraggio e longevità.

La prima racconta che una carpa risalì tutto il fiume Giallo, raggiunse la cascata chiamata Porta del Drago e, perseverando, superò pericoli ed ostacoli, riuscendo a superare la cascata ed a raggiungere la sorgente. Fu tale il suo coraggio che gli dei impressionati la trasformarono in un drago immortale.

La seconda leggenda è quella di Kintaro o bambino d’oro, il quale, abbandonato dalla madre, fu allevato da una maga di montagna (yama-uba) e vivendo in mezzo alla natura sviluppò una grande forza, tanto da diventare in seguito un samurai al servizio del principe Minamoto no Yorimitsu…… Read More Nishikigoi ossia le meglio conosciute carpe koi

Donatella Versace Women Fall/Winter 2017/18

Amore, Unità, Coraggio e Lealtà, questo è il messaggio di Donatella Versace che ha presentato alla Fashion Week di Milano una collezione per il prossimo inverno veramente ispirata, in tutto e per tutto, alle donne di oggi.

Ha spiegato la stilista: “Questa collezione parla del potere delle donne e delle donne che sanno usare il proprio potere. È un appello all’unità, alla forza che viene dall’ottimismo e dalla speranza”…… Read More Donatella Versace Women Fall/Winter 2017/18

Nella vita gli errori si pagano…

… ma molte cose ci insegnano.

Un giorno Merleau Ponty andò a trovare il suo amico Jean Paul Sartre in una clinica dove il filosofo era ricoverato per aver rotto una gamba durante un’escursione in montagna. «Se avessi preso una guida ora non saresti in queste condizioni» disse Merleau Ponty.
Già, ma Sartre non aveva preso una guida ed ora si trovava in clinica con una gamba rotta. Aveva commesso un errore, chi non ne commette! Immobile in clinica pagava il suo errore.

Gli errori si commettono, sono inevitabili, hanno conseguenze, spesso conseguenze che durano nel tempo, a volte conseguenze irreparabili, pesanti.

Noi siamo i peggiori giudici di noi stessi e non sempre dopo aver commesso un errore riusciamo ad interiorizzarlo da subito. Quasi sempre le decisioni sbagliate risuonano nella nostra testa e non riusciamo a perdonarci, ci concentriamo su di esse, pensiamo di essere in grado solo di fallire e dimentichiamo che spesso un errore è anche il frutto di circostanze e di contesti, di stati emotivi particolari.

E’ necessario sforzarsi di ragionare e modificare il nostro atteggiamento mentale e raggiungere la consapevolezza di quel che è successo, di quel che ci è successo.

Dagli errori abbiamo modo di imparare molto, pagando in prima persona; purtroppo non possiamo tornare indietro, ma sicuramente possiamo far tesoro dell’esperienza negativa, crescere, maturare e imparare molto.

Certo prendere coscienza di aver commesso un errore scatena emozioni difficili da gestire come rabbia e tristezza. Le voci della mente non tacciono mai: “Perchè l’ho fatto?” – “Come ho potuto agire in questo modo?” – “Cosa sarebbe successo se…?”. Notti e giorni interi durante i quali nella nostra mente queste domande si ripetono in continuo.

Sicuramente non possiamo tornare indietro e spesso non potremmo riparare all’errore commesso, ma sicuramente, se non ci lasciamo sopraffare, avremo acquisito un’esperienza che ci permetterà di avere un atteggiamento diverso in futuro e di sbagliare sempre meno.

Molti episodi della nostra vita, vorremo proprio dimenticarli, mettere fine a quel dolore che il ricordo degli stessi ci procura, ma purtroppo non è l’oblio la strada giusta, molto meglio ammettere i propri errori e con coraggio ricominciare, cercando di curare al meglio le ferite, perchè le sofferenze fanno parte della nostra vita e hanno senso per il nostro sviluppo personale.

Il passato non si può più cambiare, non possiamo controllarlo né modificarlo, le uniche cosa che possiamo migliorare sono il nostro presente ed il nostro futuro, forti degli errori commessi nel passato.

Con gli errori maturiamo esperienza, essa ci fa crescere perchè così è la vita. Gli errori ci insegnano che la vita è una lotta continua, va combattuta con attenzione.

In questo percorso una carezza alla nostra anima da parte della persona amata ha il potere di rigenerarla, placa le nostre paure, addolcisce gli spigoli delle nostre incertezze e fonde i limiti tra noi e l’altro. Ci sono carezze che arrivano in fondo all’anima e solo noi possiamo scegliere la persona che ha il diritto di accarezzarci l’anima.… Read More Nella vita gli errori si pagano…