Forse non tutti sanno che…

... in Molise, arroccata su di un colle, sorge la capitale dell'uncinetto. Si tratta di Trivento - località in provincia di Campobasso; paese dalla lunga storia che una leggenda narra essere sorto alcuni secoli prima di Roma. Proprio qui, dove la scalinata di San Nicola si snoda con ben 365 gradini (uno per ogni giorno dell'anno) sino a raggiungere la parte alta del paese, Lucia Santorelli si sofferma a pensare su cosa si potrebbe fare per valorizzare il territorio...

Club Filo d’Oro

Il Club Filo d'Oro vuole essere un salotto per tutti coloro che coltivano la passione per la maglia e l'uncinetto ed anche un luogo dove curiosare per trovare idee.

Un luogo dove, con un occhio alle tendenze della moda e l'altro alla qualità dei filati, si chiacchiera su queste arti che giungono dalla notte dei tempi, ma che quotidianamente, grazie alla creatività ed alla fantasia di chi le pratica, si rinnovano restando sempre attuali...

Annodare e trasformare, ossia creare ed abbigliare

Estate... tempo di vacanze, di viaggi e... ahimè di bagagli. Ogni qual volta ci si trova alle prese con la preparazione delle valigie ci imbattiamo nel dilemma di come trovare un modo per non farci mancare nulla nel periodo di ferie e nel contempo nel limitare il più possibile la quantità di cose da "insaccare". Se poi ci si muove in aereo, si deve fare i conti anche con il costo dell'eccedenza bagaglio, che in alcune compagnie è alquanto "salata".

Uno dei modi più semplici per ovviare a tutto questo è dotarsi di teli e foulard di varie misure, che occupano uno spazio veramente minimo, lasciarsi coinvolgere dalla voglia di creare e trasformarli ogni volta in un capo di abbigliamento o in un accessorio tutto nuovo, attraverso la tecnica del furoshiki...

Il Ferragosto con Braccialini è davvero colorato

Siamo a Firenze la città rinomata non solo per il suo patrimonio culturale, ma anche per quello artigianale: praticamente culla della pelletteria di alta qualità.

Proprio qui, nel 1954, Carla e Roberto Braccialini (marito e moglie) decidono di dare vita ad un laboratorio che si occupi di realizzare borse particolari ed innovative che uniscano la lavorazione della pelle e della paglia, due tradizioni antichissime.

Le difficoltà non mancano mai ed anche Carla e Roberto devono fronteggiarne, una fra tutte: l'alluvione del 1966 che distrugge il loro laboratorio sul Lungarno mettendo a dura prova la loro tenacia e determinazione. Nonostante tutto l'Azienda va avanti e nel 1976, quando Roberto scompare prematuramente, Carla prende le redini dell'azienda e prosegue con la produzione di borse ed accessori che si distinguono per originalità e giocosità dei suoi modelli.

Oggi l'Azienda conta più di trentanovemila borse, un numero spropositato che ha reso famoso il marchio in tutto il mondo e non vi è donna con non abbia almeno una volta un desiderio Braccialini. Ora Carla è affiancata dai tre figli che sono entrati in azienda ed ai quali ha lasciato il passo, pur seguendo sempre molto da vicino la creazione di tutte le collezioni.

Carla Braccialini rappresenta nella moda italiana una figura di spicco del mondo degli accessori moda per creatività ed innovazione ed in occasione del compimento dei 60 anni di attività (2014), attraverso la penna di Fabiana Giacomotti, ha raccontato la storia di com'è nata e si è sviluppata l'idea di creare borse anticonformiste e che, ovviamente, si sono subito distinte nel panorama della moda, contribuendo ad accrescere il valore del Made in Italy. E' nato così il libro Braccialini. Le borse delle meraviglie.

Come troviamo scritto sul sito ufficiale dell'Azienda, Braccialini da sessant’anni è al fianco delle donne ed ha accompagnato le tappe più importanti dello stile e del cambiamento.

Infine una curiosità, Braccialini è anche un'azienda ecosostenibile, infatti utilizza all'interno della nuova sede di Scandicci: energia eolica.