Caro libro, ti scrivo…

Anche sul web il curioso “derby” affolla i motori di ricerca, suscita interesse, stuzzica la curiosità: l’argomento “c’è”… Meglio il libro cartaceo, con copertina rigida e pagine fruscianti, o l’innovativo ed asettico eBook, figlio di eReader di razza pura? Troppo facile sarebbe rispondere: “Ai posteri l’ardua sentenza...”: non trovo dignitoso demandare sempre i quesiti più impegnativi a quanti ci seguiranno…

Perché si associa San Valentino agli innamorati?

Il 14 febbraio si celebra San Valentino da Terni martire e patrono degli innamorati, ma perché proprio lui? Il tutto sembra avere inizio ai tempi dei romani che, a metà febbraio, festeggiavano le festività dei Lupercali, durante tali giorni si rendeva onore al dio Fauno (Lupercus) protettore del bestiame dagli attacchi dei lupi e a Juno Februata (Giunone purificata), divinità alle quali le donne si rivolgevano per ottenere protezione durante la gravidanza. Comunque sia si parla di festività pagane e quindi perché proprio di San Valentino?L'ipotesi più accreditata risale al periodo in cui cominciò a diffondersi il Cristianesimo che abolì le feste pagane. Pare che durante il regno dell'imperatore Carlo II ai soldati fosse vietato il matrimonio e proprio San Valentino ne celebrò numerosissimi, tanto da essere martirizzato, proclamato santo e nominato protettore degli innamorati da Papa Feliciano nel 197 d.c. Dalla storia alla leggenda il passo è breve, ecco che qui si innestano una serie di storie popolari, si racconta che San Valentino si fosse innamorato della figlia cieca del suo carceriere, alla quale restituì la vista e alla stessa, poco prima di morire, inviò un biglietto di addio firmato "dal Vostro Valentino". Abbiamo inoltre traccia della "leggenda dei fiori" che San Valentino usava donare ed in particolare della "leggenda della rosa della riconciliazione" che narra che San Valentino regalò questo fiore ad una coppia di giovani che lui sorprese a litigare, gli stessi, dopo poco, si rivolsero a lui per celebrare il matrimonio. Certo è che ai giorni nostri questa ricorrenza ha raggiunto una diffusione sorprendente, tanto che la Greeting Card Association stima oggi che ogni anno il 14 febbraio vengano spediti circa un miliardo di biglietti d’auguri, collocandosi al secondo posto, dietro solo al Natale, per i numeri di biglietti acquistati. La più antica cartolina di San Valentino, cosiddetta “valentina” venne scritta da Carlo d’Orléans, prigioniero degli inglesi, che si rivolse a sua moglie Bonne d'Armagnac con questa frase: "Je suis déjà d’amour tanné, ma très douce Valentine" (Sono già malato d’amore, mia dolcissima Valentina). Fatto sta che tutti gli innamorati, in tutte le parti del mondo, colgono l'occasione, ogni 14 Febbraio, di suggellare il loro amore. Fallo anche tu regalando alla tua Valentina o Valentino uno di questi due e-book: Riflessi d'Amore - Anime allo specchio Sulle Ali di un Gabbiano - A volo radente... - Aforismi sull'Amore

Finalmente disponibile…

... la raccolta di Haiku "Amore e Vento - 111 Haiku - tra Mare e Passione". Ve ne avevo recentemente parlato ed avevo incontrato l'Autore Roberto Pellegrini, per conoscere meglio l'approccio dello stesso verso questa forma di poesia giapponese, così antica e così attuale, oserei dire eternamente affascinante nella sua solo apparente semplicità. L'e-book è disponibile nel Book Store del sito dell'Autore http://www.takeneed.com accompagnato da un file audio che rende fruibile il libro in completo relax. Nel libro trovate altresì dodici tavole graficamente elaborate che fanno da filo conduttore alla lettura.