L’Opera d’Arte “racconta”…

Un’Opera d’Arte (a qualunque “specie” essa appartenga: letteratura, musica, pittura, scultura, ecc. ecc.), non rappresenta che la “fine”, l’ultimo segmento di un percorso, assolutamente intimo, vissuto dall’uomo, prima ancora che dall’Artista.

Percorso che, nel suo incipit, nelle sue evoluzioni e “distanze” coperte, resta profondamente “privato”. L’Opera d’Arte, quindi, concretizza l’“obiettivo” stesso di questo percorso, il vero punto di arrivo emozionale; l’unico, in realtà, che un Artista scelga, poi, di condividere con il (suo) pubblico, poco importa “quanto” cospicuo…

Una volta “venuta alla luce”, infatti, l’Opera d’Arte inizia una vita propria, indipendente, imprevedibile. Con ogni probabilità,“eterna”, in grado, cioè, di sfidare i “limiti” invalicabili e “voraci” del Tempo, confidando semplicemente sulla “rappresentazione” di sé; giorno dopo giorno, anno dopo anno, secolo dopo secolo…

Una “vita” intensa, vissuta sotto gli sguardi delle masse, nel corso della quale, però, il “cordone ombelicale”, che la lega all’Artista, non si interromperà mai…

Si usa uno specchio di vetro, per guardare il viso e si usano le Opere d’Arte, per guardare la propria anima.” – George Bernard Shaw

Tra le “braccia” del pubblico, l’Opera d’Arte potrà venir rifiutata, o persino “incompresa” (come, spesso, si dice…); ma, più facilmente, essa verrà accolta, vezzeggiata, “interrogata”, ed infine amata… nel consueto (e naturale), “gioco” più caro al pubblico: ricostruire, conoscere e ripercorrere quell’intimo percorso compiuto, come dicevamo, dall’uomo/Artista, nel corso del suo “travaglio” creativo.

In ogni Opera d’Arte, c’è l’impronta più segreta di un uomo non comune…

by Roberto Pellegrini

Annunci

Moda, questo fenomeno affascinante

La Moda con la M maiuscola non può essere ricondotta solo ad abiti e ad accessori, è un fenomeno da decodificare che accompagna e segna ogni periodo. Nel presente mostra quelle saranno le tendenze di domani, non perdendo mai di vista ciò che è stato ieri.

Anche se spesso non ce ne rendiamo conto, inevitabilmente, la Moda fa parte della nostra quotidianità e con l’aiuto della tecnologia la sua espansione è in continua crescita. Una vera piovra dai mille tentacoli.

Al suo interno tanto gossip, ma anche tanta genialità che spesso ci conduce alla convinzione che, se bene osserviamo, la Moda è anche Arte; mai come in questi ultimi tempi si ha la sensazione che questi due modi, così tanto diversi, di comunicare, hanno stretto un sodalizio.

Sono sempre di più le Mostre che associano questi due aspetti e che avvicinandoli fanno in modo che si compensino e si accrescano vicendevolmente.

Certo è che alcuni couturier, per capacità di comunicare e per genialità, nulla hanno da invidiare ad artisti. Alcuni nomi hanno introdotto veri e propri cambiamenti nel modo di vestire, introducendo linee nuove e, stagionalmente, la loro creatività evolve, ponendo sotto gli occhi di tutti anche delle vere e proprie opere d’Arte.

Moda e Arte, quindi, sottobraccio ed … in continua evoluzione.

Questo slideshow richiede JavaScript.