Sonia Delaunay: tra arte ed artigianato…

... a favore dell'abolizione delle differenze di genere nell'arte e verso la difesa della pari tecnica tra uomini e donne. Sonia Delaunay nacque in Ucraina nel novembre del 1885 in una famiglia benestante, venne adottata da una coppia di zii e studiò in scuole prestigiose, prima a San Pietroburgo ed in seguito in Europa. Sposò nel 1908 il collezionista d’arte Wilhelm Udhe, ma l'infelice unione finì prestissimo e, nel 1910, si risposò con il pittore Robert Delaunay...

MmeRenard

Debutta sul mercato la mia linea di accessori decorati a mano.

L’obiettivo è quello di unire l’Arte con la Moda, attraverso la proposta di accessori decorati rigorosamente a mano, spesso omaggio a Grandi Maestri o Civiltà che hanno lasciato ai posteri la fruizione di emozioni uniche.
Ritengo che gli accessori moda siano il giusto modo per coniugare Arte e Moda e per rendere una donna unica per stile, donando a lei, creatura spesso musa di molti artisti, uno charme personale, che si traduce in capacità di catalizzare l’attenzione di chiunque la circondi.
Ogni manufatto è unico in quanto irripetibile e certificato, studiato e realizzato ponendo la massima attenzione ai dettagli e facendone una piccola opera d’arte...

Al via la grande maratona della moda F/W 2017/18

Scaldati i motori eccoci pronti al via della maratona della moda Fall/Winter 2017/18, quattro settimane intense che ci offriranno indicazioni sulle tendenze per la prossima stagione fredda.
A fare da rompighiaccio New York, dove in questi giorni si vive un gran fermento in attesa dei nuovi nomi che giungeranno anche da oltre oceano e che rimpiazzeranno coloro che hanno deciso di abbandonare la passerella della Grande Mela spostandosi altrove.

Attesissima la sfilata di Calvin Klein che vede Raf Simons nella veste di direttore creativo; Mr. Simons, che annovera esperienze di grande calibro presso Jil Sander e la Maison Dior, è conosciuto nell'ambiente come uno stilista dall'estetica alquanto controversa. Vedremo...

Da segnalare l'anniversario del marchio Ralph Lauren che proprio in questa occasione darà il via ai festeggiamenti.
Neppure il tempo di trasferirsi da New York che si aprono le danze a Londra, dove si è calendarizzato l'evento in sovrapposizione nel suo primo giorno con New York.

Sotto il Big Ben vedremo nomi del calibro di Burberry, Topshop Unique, Anya Hindmarch, Mary Katrantzou, Charlotte Olympia e Preen by Thornton Bregazzi e tanti altri.
Dal 22 al 27 Febbraio appuntamento a Milano che vedrà ben 174 passerelle e dove gli addetti ai lavori, in sinergia con il Ministero dello Sviluppo Economico e la Camera Nazionale della Moda Italiana, hanno lavorato per far raggiungere a Milano la leadership internazionale che le spetta nel settore del fashion, ben consci di essere l’unica vetrina capace di mettere a disposizione degli operatori tutta la filiera produttiva dal filato al prodotto finito.
Chiuderà la Fashion Week parigina in calendario dal 28 Febbraio al 7 Marzo con una schedulazione di sfilate che, come sempre, crea nell'ambiente grande suspense.