La pittura di Renoir verso la fotografia

Alcune opere di Auguste Renoir si pongono a metà tra pittura e fotografia, realizzate senza bozzetto, solo con le pennellate, con i personaggi non in posa e la chiara illusione che la scena continui al di là della tela. Tele o istantanee? Osserviamone meglio due: Bal au Moulin de la Galette e Le déjeuner des canotiers...

Un eroe armato… di un “click”

Di recente abbiamo parlato degli eroi della Normandia, che sbarcarono sulle coste a nord della Francia, nel Giugno 1944, nell'ambito di un’ operazione volta a liberare il mondo dall’oppressione nazista. Di coraggio, quei ragazzi ne avevano da vendere, tutti: nessuno escluso...

Louis Vuitton sinonimo di Travel

Finalmente tra le mie mani, li sfoglio quasi con deferenza, trattasi di una pubblicazione veramente di lusso.

Un cofanetto di plexiglass, in edizione limitata di sole 1500 copie, che racchiude cinque volumi dedicati a cinque fra le più famose ed ambite mete di viaggio: Miami, Parigi, Shanghai, California e India.

Louis Vuitton, che sin dal 1854 celebra l'arte del viaggio, non è nuovo a pubblicazioni di questo tipo, che sono state precedute da "City Guide" e "Travel Book". Questa nuova serie, battezzata "Fashion Eye", raccoglie immagini meravigliose immortalate da fotografi di moda più o meno famosi durante i loro viaggi di lavoro. Immagini che catturano l'attimo per sempre e regalano al lettore sfumature e sensazioni uniche.

Julien Guerrier, direttore editoriale di Louis Vuitton Malletier ha dichiarato: "È venuto naturale creare questa collezione. Abbiamo voluto guardare il mondo del viaggio attraverso gli occhi dei fotografi di moda, che oggi è una vera arte".

Così gli obiettivi di Guy Bourdin raccontano Miami, di Jeanloup Sieff - Parigi, di Wing Shya - Shanghai, di Kourtney Roy - California ed infine quelli di Henry Clarke, l'India.

Chapeau

Iridescenza by Fabian Oefner

Oefner è nato nel 1984. E 'cresciuto in Svizzera, dove vive e lavora. Nella sua arte combina la più ampia varietà di fattori: definizione tattili, estetica, leggibilità, effetto emotivo, così come il linguaggio della forma. Nel 2013, ha fondato Studio Oefner.

Per Fabian Oefner l'arte e la scienza non possono considerarsi agli estremi opposti dello spettro accademico, ma piuttosto si informano reciprocamente in modo tangibile.
L'intenzione profonda dell'arte di Oefner sfida ogni descrizione. Le sue esplorazioni nel mondo naturale ci permettono di percepire la poesia del tempo e del mondo naturale, ci permettono di vedere l'invisibile, provocano momenti magici.

Fabian Oefner continua la sua esplorazione dell'iridescenza con una serie di fotografie dal titolo "Fuoriuscita di Petroli". Per fare questo ultimo esperimento creativo, l’artista ha versa dell’acqua in un serbatoio nero e ha aggiunto piccole gocce di olio sulla superficie dell’acqua con una siringa. A contatto con l’acqua, l’olio ha cominciato ad espandersi rapidamente e a formare magnifiche strutture cangianti e composizioni colorate che sembrano stelle che esplodono, o immagini a distanza ravvicinata dell’occhio umano.

Tutto questo è il risultato della riflessione e rifrazione della luce; le tonalità cambiano da blu, a verde, a rosso, fino a scomparire.

Oefner dichiara: ‘Quello che mi piace di tutto questo è che si tratta di un fenomeno abbastanza semplice, ma straordinariamente magico e bello. Mi è venuto in mente mentre ero seduto fuori dal mio studio in un giorno di pioggia e osservavo una sottile pellicola di benzina su una pozza d’acqua. Ho iniziato a ricreare il tutto in un ambiente più controllato e dopo molte prove e centinaia di immagini scattate, l’esperimento ha portato a queste dieci fotografie finali'.