L’opale: l’affascinante gemma iridescente

“C’è in esso un fuoco più dolce di quello del carbonchio e la purpurea bellezza dell’ametista e il verde-mare dello smeraldo, e tutti insieme brillano in una incredibile unione. Alcuni opali per il loro rifulgente splendore rivaleggiano con le tinte dei pittori, altri con la brillante fiamma dello zolfo che brucia” - così Plinio descrive questa gemma, appellandola come "goccia di pioggia prigioniera”...