Klimt: l’erotismo nella storia dell’arte

Il percorso artistico di Gustav Klimt, escludendo il periodo giovanile, è concentrato esclusivamente sulle figure femminili ed il suo ideale estetico è la trasfigurazione dell’universo femminile attraverso le dinamiche della seduzione.
Le donne ritratte, vere protagoniste, assumono, nel tripudio decorativo di ori e fitte trame, pose accattivanti, hanno languidi sguardi, sono spietatamente erotiche e consapevoli, sembrano condividere la soddisfazione dell’osservatore “invitato”…… Read More Klimt: l’erotismo nella storia dell’arte

Annunci

Klimt: l’uomo, l’artista

“Chi vuole sapere di più su di me, cioè sull’artista, l’unico che valga la pena di conoscere, osservi attentamente i miei dipinti: troverà chi sono e cosa voglio.” G. Klimt
Personalmente trovo affascinante questo aforisma di uno dei più grandi Maestri dell’Arte Moderna, scomparso, ancora giovane, nel 1918: Gustav Klimt…… Read More Klimt: l’uomo, l’artista

Osservando “Il Bacio” di Gustav Klimt

Il Bacio è sicuramente uno dei temi spesso rappresentati nella pittura – come anche potete vedere nella pubblicazione “Sulle Ali di un Gabbiano – A Volo Radente…” di Roberto Pellegrini, nella quale ogni aforisma è accompagnato appunto da un’opera d’arte dedicata al Bacio.

Oggi, però, mi sono soffermata ad osservare una delle più famose opere dedicata a questo tema, ossia: “Il Bacio” di Gustav Klimt…… Read More Osservando “Il Bacio” di Gustav Klimt

Un’estate “color oro” al MUDEC di Milano

E’ stato recentemente inaugurato presso il Museo delle Culture di Milano e sarà fruibile sino al 7 Gennaio l’evento espositivo “Klimt Experience”, una rappresentazione multimediale totalmente immersiva dedicata al fondatore della Secessione Viennese: Gustav Klimt. 

L’evento, che intende anticipare le celebrazioni per i cento anni della morte dell’Artista avvenuta a Vienna nel 1918, propone la vita, le figure ed i paesaggi di Klimt, ma non solo, anche l’architettura, le arti applicate ed il design della Vienna di quei tempi…… Read More Un’estate “color oro” al MUDEC di Milano

Gustav Klimt

Gustav Klimt nacque in un sobborgo di Vienna dove studiò presso la Scuola di arti e mestieri. Fondò giovanissimo con il fratello ed un amico la prima società artistica che gli permise di procurarsi commissioni per decorare edifici pubblici, tra i quali l’incarico di ornare l’aula magna dell’Università. Nel 1897 fu tra i fondatori e primo presidente della Secessione. Con questo termine si intende quel movimento artistico che aveva come obiettivo la creazione di uno stile che si distaccasse da quello accademico.

La Secessione viennese vide coinvolti: architetti come Olbrich, Hoffmann, Wagner e pittori come Klimt, Moll, Moser, Kurzweil e Roller. Nel periodo in cui si sviluppò la Secessione viennese, la città era una delle capitali europee più raffinate e colte.

Klimt resta uno tra i personaggi più rappresentativi della Secessione viennese, muore a soli cinquantasei anni a causa di un ictus cerebrale.
Le donne erano le sue muse ispiratrici, riusciva a percepirne l’essenza prima ancora di osservare le curve dei loro corpi. Era sicuramente un uomo attraente, a volte anche un po’ burbero e sfuggente.

Proprio da qui nasce il libro “Le muse di Klimt” di Paola Romagnoli che intreccia la biografia dell’Artista con le voci delle donne che lo hanno affiancato, tra finzione e storia, sottolineando proprio l’importanza del ruolo femminile nella vita e nell’arte di Klimt, in una Vienna dove si ascoltano le sinfonie di Mahler e si parla di psicoanalisi con Freud.… Read More Gustav Klimt

All’Improvviso – Roberto Pellegrini

La vita, una parentesi di tempo, costellata da punti fermi: la Nascita, la Morte, gli Amori.

Questi ultimi e la Morte che colgono all’improvviso, vissuti in un istante quasi impercettibile, inquantificabile, sebbene intenso, incisivo, che si ripercuote sul nostro tempo futuro.

La Nascita, al contrario, segnata da giorni precisi, pianificabili, tangibili, vissuta con attesa, quasi istanti dilatati che lasciano spazio alla razionalità.

Il Tempo… così diversamente vissuto, a volte lento, a volte fuggevole, spesso regolare.

Ma allora l’Eternità non può che essere un breve istante cadenzato in equilibrio tra il nostro passato ed il futuro.… Read More All’Improvviso – Roberto Pellegrini