Quando THEMA era una garanzia…

Nell’autunno del 1984 al Salone di Torino, veniva svelata al pubblico, quella che fu (e a distanza di 34 anni ancora è) l’Ammiraglia italiana. Tecnologia, avanguardia, stile (quello vero fatto di sostanza e non di apparenza) ed eleganza. Nasceva uno dei tanti miti Italiani: LANCIA THEMA

Innovazione non soltanto nell’apparenza ma in tutto il concetto di auto. Pioniera in tutto: dai metodi di costruzione alle tecnologie impiegate per la vita di bordo. Poteva essere dotata di ogni tipo di comfort immaginabile. Roba che tutt’ora è raro trovare (anche se può sembrare strano) in auto Premium come per esempio: sedili in alcantara o pelle Frau regolabili e riscaldabili elettricamente con 3 memorie (la prima auto BMW con memorie risale a fine anni 90), sospensioni a smorzamento controllato (una sorta di sistema primordiale di controllo della rigidità delle sospensioni quello che oggi viene definito DNA, Sistem Control, ecc…), climatizzatore automatico bi-zona con deumidificatore Automatic Climate System (una sorta di climatizzatore da appartamento in miniatura e non una classica aria condizionata con pompa a gas). Iniezione elettronica su tutti i motori, si può definire come la prima Ammiraglia ad avere prestazione da “Sportiva” pur mantenendo un grandissimo comfort di bordo (che solo Lancia K riusci a migliorare). Alla sua uscita sul mercato Lancia Thema Turbodisel fu l’auto con il motore a gasolio più potente del mondo. Altro primato per l’epoca fu nel 1992 l’introduzione del 2.0 4.16 turbo da 205cv capace di portare la Thema a 100km/h in meno di 7 secondi (tutt’oggi numeri da invidia). Concludo con la regina della gamma! Lancia Thema Ferrari 8.32 con motore di derivazione Ferrari Mondial da 215cv che oltre allo sfarzo di pregiate sellerie e interni totalmente ridisegnati con poggiatesta posteriori a scomparsa automatica che attraverso dei sensori si alzano automaticamente se rilevato un peso sul sedile superiore ai 20kg introdusse ulteriori innovazioni tecniche mai viste su una berlina prima di allora come l’alettone a scomparsa comandato da una centralina per migliorare la stabilità alle alte velocità. E anche qui un primato come auto a trazione anteriore più veloce di sempre… Read More Quando THEMA era una garanzia…

Annunci

La Francia ha il suo Museo della Moda e…l’Italia?

Sembra quasi incredibile, ma purtroppo, al contrario dei francesi, gli italiani – massimi esponenti di questa forma d’Arte – non hanno ancora un vero Museo della Moda. Tutto ruota sotto i riflettori delle passerelle, ma poi, tutto giace arenato nei depositi a prendere polvere.

A Parigi, non lontano dalla Tour Eiffel, all’interno di un raffinato palazzo neo-rinascimentale del XIX secolo, vi è il Palais Galliéra – Museo interamente dedicato alla moda…Sembra quasi incredibile, ma purtroppo, al contrario dei francesi, gli italiani – massimi esponenti di questa forma d’Arte – non hanno ancora un vero Museo della Moda. Tutto ruota sotto i riflettori delle passerelle, ma poi, tutto giace arenato nei depositi a prendere polvere.

A Parigi, non lontano dalla Tour Eiffel, all’interno di un raffinato palazzo neo-rinascimentale del XIX secolo, vi è il Palais Galliéra – Museo interamente dedicato alla moda. … Read More La Francia ha il suo Museo della Moda e…l’Italia?