“Ballerine dietro le quinte” Edgar Degas – forse non tutti sanno che…

… il quadro è nato dalla passione per la fotografia di questo Artista. Infatti Degas, coetaneo delle prime macchine fotografiche, si dedicò con passione alla pratica del nuovo mezzo.

Fu nel 1895 che egli invitò una ballerina nel suo studio e la ritrasse in varie pose, il risultato di questo lavoro furono tre lastre che, in seguito, Degas sovrappose e combinò, dando vita, nel 1987 al dipinto “Ballerine dietro le quinte”, ora conservato presso il Museo Puškin di Mosca…… Read More “Ballerine dietro le quinte” Edgar Degas – forse non tutti sanno che…

Annunci

“Dobbiamo sorprendere chiunque, sempre” – Salvador Dalì

Salvador Dalí nacque l’11 maggio 1904, in Spagna, precisamente nel piccolo villaggio agricolo di Figueres. Sin da piccolo Dalí fu stimolato a praticare la sua arte e a svilupparla studiando all’accademia di Madrid. Quando nel 1920, si recò a Parigi e cominciò ad interagire con altri pittori come Picasso, Magritte e Mirò, fu indotto al surrealismo. Con la moglie Gala visse i suoi anni nella casa costruita vicino a Port Lligat. Morì a Figueres nel 1989.

Dalì fu un personaggio veramente fuori dagli schemi, eccentrico ed egocentrico: fu espulso per un cattivo comportamento dall’Accademia di Belle Arti di Madrid; fu arrestato per tendenze anarchiche e lasciato in carcere per 35 giorni; creava situazioni assurde, indossava abiti stravaganti; fu accusato dal Gruppo Surrealista di essere una persona avida e sostenitore di Hitler, anche se Dalì considerò sempre l’arte separata dalla politica…… Read More “Dobbiamo sorprendere chiunque, sempre” – Salvador Dalì

Il ponte di Maincy – Cèzanne

Siamo sul finire della seconda metà del 1800, in questo periodo Cézanne si trova nelle vicinance di Maincy (piccolo territorio situato nella regione dell’Île-de-France), più precisimante soggiorna a Mulen. È proprio in questo periodo che il pittore francese realizza l’olio su tela “Il ponte di Maincy” (oggi custodito presso il Museé d’Orsay – Parigi). Osservando l’opera si nota che Cézanne si distacca molto dall’influsso impressionista , nonostante il soggietto sia spiccatamente di loro gusto, per accostarsi al genere cubista. Già dalla vegetazione si possono notare delle pennellate particolarissime. Il maestro Aix sceglie di inquadrare il ponte dal basso e di utilizzare come punto di osservazione la sponda del torrente, così da contrapporre le linee verticali degli alberi con quelle orizzantali e oblique del ponte.… Read More Il ponte di Maincy – Cèzanne

Le Orchidee ed il Giappone

In Giappone la coltivazione delle orchidee risale a molto tempo fa, anche aiutata dal clima che, con l’alto tasso di umidità e le piogge abbondanti, ne ha permesso lo sviluppo.

Molte sono le orchidee autoctone giapponesi che, a differenza delle loro sorelle tropicali, possono resistere anche a degli inverni piuttosto freddi.

Sin dal 1600 ca. troviamo riportate sopra ad illustrazioni giapponesi delle orchidee coltivate con fioriture graziose ed eleganti e ancora oggi, questo fiore è comunissimo in Giappone, tanto che si trova anche in parchi ed aiuole.

Forse non tutti sanno che è proprio giapponese uno dei maggiori ibridatori di orchidee, il suo nome è Jiro Yamamoto ed ha coltivato più di 4000 varietà di questo fiore. Nel registro della British Royal Horticultural Society (dove tutti i tipi di orchidea sono registrati), a Mr. Yamamoto sono stati attribuiti 600 tipi nuovi di questo spettacolare fiore…… Read More Le Orchidee ed il Giappone