La matematica dell’amore…

Cos'è che fa di un amore un "grande amore"? É, forse, la sua durata? Oppure la sua intensità? O ancora, in realtà, il tutto andrebbe risolto con un'asettica formuletta, tipo quella celeberrima della relatività di Einstein: G=(d*i)/P (grandezza uguale a durata per intensità, fratto passione). Sarebbe troppo facile: poco più che uno scherzo…

John Edmark e le sculture cinetiche

L'americano John Edmark unisce: matematica, tecnologia e ... natura realizzando le sue sculture che sembrano prendere vita.

Tutto nasce dall'osservazione di madre natura che in alcuni elementi (pigne, cavolfiori, carciofi, girasoli, ecc.) applica alla perfezione la regola aurea. Quindi regola matematica che con l'aggiunta della tecnologia fa continuamente mutare, ai nostri occhi, le sculture stampate in 3D, grazie ad un gioco di illuminazione e rotazione.

Guardate qua ...