L’ottimismo dello struzzo…

La vita è imprevedibile: una vorticosa alternanza di maree, di pesanti salite e velocissime discese, di lunghi silenzi da dimenticare e rare parole da ricordare, di pianti sul cuscino e fragorose risate in compagnia, di gioie luminose da condividere con chi amiamo e momenti di dolore da affrontare da soli… per ritrovarci, magari, in un inatteso abbraccio, in cui non speravamo più. Che non avremmo mai nemmeno cercato...

Il “regalo” nascosto di ogni attimo…

In un sutra Buddha raccontò una parabola: un uomo che camminava per un campo si imbatté in una tigre. Si mise a correre, tallonato dalla tigre. Giunto a un precipizio, si afferrò alla radice di una vite selvatica e si lasciò penzolare oltre l’orlo. La tigre lo fiutava dall’alto. Tremando, l’uomo guardò giù, dove, in fondo all’abisso, un’altra tigre lo aspettava per divorarlo. Soltanto la vite lo reggeva...