Il paradosso di René Magritte

René Magritte, maestro del Surrealismo, cominciò la sua carriera come grafico, possedeva, di conseguenza, la capacità di comunicare in modo sintetico concetti anche complessi. Nel suo quadro La Trahison des images ci mette di fronte ad un vero e proprio paradosso e ci induce a riflettere su quanto la società solitamente guarda le cose in … Leggi tutto Il paradosso di René Magritte

…un crescendo naturale

Probabilmente ci siamo nati, con la genetica “necessità” di sentirci parte di qualcosa di “superiore”. Forse per appagare, nascondendola dietro una finta modestia, la nostra intima convinzione di essere noi stessi piccole “faville” di un “fuoco” immenso...

L’ottimismo dello struzzo…

La vita è imprevedibile: una vorticosa alternanza di maree, di pesanti salite e velocissime discese, di lunghi silenzi da dimenticare e rare parole da ricordare, di pianti sul cuscino e fragorose risate in compagnia, di gioie luminose da condividere con chi amiamo e momenti di dolore da affrontare da soli… per ritrovarci, magari, in un inatteso abbraccio, in cui non speravamo più. Che non avremmo mai nemmeno cercato...

René Magritte, trasformare la realtà in mistero

“La realtà non è mai come la si vede: la verità è soprattutto immaginazione.”
René Magritte

René Magritte, dietro la sua apparente normalità, celava un'infinita capacità di trasformare la realtà in mistero, spingendo l'osservatore stupito ad osservare il mondo attraverso occhi diversi, ad andare oltre l'apparenza. Cascava veramente a pennello il soprannome con il quale era conosciuto per la sua capacità di insinuare dubbi nella realtà: "le saboteur tranquille"...

Onda

Non illuderti mai
d'aver colto il respiro
dell'onda,
che improvvisa lambisce
i tuoi passi (...per poco),
e d'un lieve sussurro,
fremente,
si ritrae, scomparendo
per sempre,
nel suo gelido mare
d'azzurri silenzi...

by Roberto Pellegrini
°°°°°°°

Alle volte si ha l'impressione di possedere certezze e poi, d'improvviso, i dubbi ci riavvolgono come il movimento di un'onda, che prima avvolge e poi subito si ritrae, scomparendo nell'immensità del mare.

Ma a cosa serve lasciarsi attanagliare dai dubbi quando una persona entra a far parte della tua vita e inizia a scorrere la clessidra di un nuovo tempo?

Un tempo che prima di quell'incontro non esisteva e che ora scorre e tu ne hai la consapevolezza.

Hai di fronte a te una scelta: continuare a lasciarti distrarre dai dubbi o vivere le tue certezze.

In fondo la realtà è anche ciò che noi interpretiamo, perché la realtà è ciò che noi creiamo attraverso le nostre percezioni; tutto può avere due facce contemporaneamente, per esempio: una goccia può essere un caleidoscopio di colori meravigliosi o una triste lacrima colma di dolore.

Pensieri uniti alle percezioni danno vita alla realtà.

by Madame Trebien
°°°°°°°

Tratto dal nostro libro "Riflessi d'Amore - Anime allo Specchio"