L’incanto di Agrigento

Di fronte alla magica atmosfera che si respira in questo luogo si rimane estasiati; il tempo ha reso affascinante questo sito archeologico, dove sembra di tornare indietro nella Storia. La Valle dei Templi di Agrigento è archeologia che diventa incanto; che ammalia; che seduce. E che si fa portavoce di una Sicilia di secoli or sono, che non ha mai cessato di “esistere” e di “raccontare”...

L’angolino del ripasso #7

Ormai la pausa di Natale l’abbiamo lasciata abbondantemente alle spalle. Meglio tornare sui libri, per rinfrescarci un po’ la memoria su certe particolarità della lingua italiana… Vi va?...

…comme d’habitude (la vera illusione)

Ciò che del Tempo, almeno solo apparentemente, sembra “ripetersi”, sono quelle che chiamiamo “circostanze”, “situazioni”, e non certamente i singoli “attimi” nelle sequenze che le costituisco: ciò che è accaduto, in una precedente circostanza, potrà tornare a ripetersi, secondo schemi del tutto simili alle volte precedenti, ma, ovviamente, secondo “sviluppi” sempre nuovi, per quanto diffusamente ammantati di ...

Carezze…

Le carezze che “confortano” il corpo sono sempre gradevoli e certamente riescono spesso a fornirci un' “idea” verosimile di ciò che amiamo definire “felicità”; ma le “carezze” che riescono a raggiungere l’anima, restano un privilegio, una rara “prova” di ciò che realmente siamo: complesse creature che vivono di emozioni...

Io… anzi: noi

Se ciascuno di noi “bastasse” veramente a se stesso; se davvero potessimo sentirci “compiuti”, semplicemente prendendoci cura “soltanto” di noi stessi, non avrebbero più senso (o non avrebbero lo stesso significato…), concetti/esperienze quali l’altruismo, la disponibilità, la solidarietà, la stessa solitudine…

24 Dicembre

Quest'anno vogliamo farvi i nostri Auguri in un modo un po' speciale e... siccome in ognuno di noi c'è un piccolo bambino, vogliamo regalarvi una favola di Natale scritta appositamente per l'occasione da Roberto Pellegrini. Vi auguriamo di dimenticare in questi giorni ogni vostra preoccupazione - piccola o grande che sia - di tornare un po' bambini e di godere quest'atmosfera natalizia con la stessa felicità con cui ogni bimbo la vive: spensierato e felice, con la speranza di un futuro migliore...

Leggo, ergo sum

A vederli sembrano tutti in gamba, spigliati, aperti alle esperienze più diverse, per farsi largo nel mondo; a vederli sembrano ben preparati, impegnati nello studio, al passo coi tempi; a vederli sembrano (perché lo sono…), figli del proprio tempo, in equilibrio costante, tra le nuove tecnologie e le fragilità tipiche dell’adolescenza...

Torno subito, o quasi

Quei nuvoloni grigi laggiù, non promettono niente di buono per la giornata; mi affaccio per dare un'occhiata. All'improvviso, un rumore secco, proveniente dalla strada, attira la mia attenzione: un'auto che procedeva a velocità sostenuta ha urtato lo specchietto laterale di un'auto in sosta, mandandolo in frantumi...