Verso sera…

Quando scende il tramonto, quasi d’istinto l’anima si inventa un “domani” in cui credere, oltrepassando le “barriere” che “blindano” la sfera del Tempo e che ci impediscono di poter minimamente interferire sul suo divenire, nella “germinazione” del nostro destino. E, a volte, questo può bastare per aiutarci a superare i nostri (pochi, si spera…), momenti difficili...

Yayoi Kusama: un’Arte che seduce

Il Giappone la considera - a ragione - uno dei più grandi artisti viventi. Le sue opere lasciano incantati, seducono, ammaliano.Di recente, con una sua installazione chiamata “Flower Obsession”, presso la National Gallery of Victoria Triennial di Melbourne, ha coinvolto i visitatori invitandoli ad applicare motivi floreali rossi su pareti, mobili, soffitti o ovunque avessero voluto, riscuotendo un successo incredibile...

Come un piccolo fiore…

Probabilmente nessuno si sofferma ad osservare una “primula”, quel minuscolo fiorellino azzurro, “messaggero” della Primavera: non ci si fa caso, semplicemente non la si nota e basta. E, del resto, essa non fa nulla perché ci si possa accorgere di lei…

Una trasparenza… divina

A una prima occhiata, l’impressione è di trovarsi al cospetto di un corpo pietosamente coperto da un velo leggerissimo, trasparente, quasi “pudico”, nella coscienza della sua triste “missione”; a un’occhiata più attenta e “profonda” l’impressione non cambia, anzi: l’idea che quel velo diafano e quel corpo siano, in realtà, un unico blocco di marmo, appare addirittura “inverosimile”, assurda...

Quando torneranno le rondini…

Soprattutto in circostanze, non particolarmente brillanti, come quelle attuali, ci possono essere momenti in cui le nostre “energie” interiori (quelle che ci aiutano a sostenere e ad alimentare la fiducia nel domani), sembrano venire a mancare, “mobilitate” in blocco in una sorta di “chiamata alle armi”, contro un nemico più coriaceo del previsto...

…ancora sorprese!

Fin da ragazzo, l'archeologia mi ha sempre affascinato. Restavo ore a immaginare i momenti di vita quotidiana che avevano accompagnato la vita di oggetti riportati alla luce dopo centinaia di anni… E tra i siiti che più mi incuriosivano su questo fronte, il più misterioso era Pompei...

Una data per riflettere

Sembra un paradosso, eppure il “rispetto”, che viene quasi istintivo dare per scontato, si pone per molte donne, non come un diritto naturale, bensì come una meta da conquistare. E questo rappresenta una grave contraddizione, per qualunque forma di società che ci tenga a definirsi “civile”...