Parigi – Haute Couture #3

Elie Saab

Elie Saab si lascia ispirare per questa collezione alla magica poesia degli anni Venti ed è come entrare in una favola. Abiti dai colori polverosi e dai tessuti impalpabili, impreziositi da ricami e dall'applicazione di piume. Collezione alquanto ricca di sex-appeal, molto femminile dove le trasparenze lasciano intravvedere le gambe e dove le scollature sono più che generose. Il suo stile e la sua classe sono inconfondibili...

Valentino – P/E 2017 – Parigi

"Questa collezione è un viaggio nel tempo", dichiara Pierpaolo Piccioli a poche ore dalla presentazione della sua prima sfilata en solitaire, dopo che Maria Grazia Chiuri è passata alla maison Dior.

Continua Piccioli "L'inizio di una nuova era dove i valori si evolvono e il passato viene accantonato per scrivere il futuro ".

La donna secondo i canoni di Piccioli è elegante e raffinata, eterea e delicata e non ha bisogno di trasparenze eccessive ed audaci per farsi notare.

Colpiscono in questa sfilata le decorazioni realizzate a mano e i contrasti delle tonalità, dove il rosa, in tutte le sue sfumature, eccelle.

Un po' tutti quanti ci siamo chiesti quale fosse in passato il contributo della Chiuri e quello di Piccioli nel successo della Maison, ora qualche conclusione possiamo tirarla: sicuramente la più conservatrice era Maria Grazia, infatti Pierpaolo ha dato prova di coraggio nel proporre cambiamenti importanti, ma se, come si suol dire, chi non risica non rosica, sicuramente Piccioli è sulla strada giusta.

Gli abiti proposti sono estremamente femminili, sofisticati, seducenti, con scollature sempre misurate e trasparenze velate.

In sintesi possiamo dire che Piccioli ha guardato al passato per quanto riguarda l'arte sartoriale, la femminilità delle linee e il gusto raffinato nell'accostamento dei colori. Mentre ha guardato al futuro per la scelta dei colori vivaci e l'estrema semplicità delle linee senza fronzoli.

Lo show è stato un successo, sottolineato da applausi, applausi, applausi sinceri, applausi in piedi.

Chapeau!!!

VALENTINO – Un’emozione sensoriale forte

Sotto il tendone piazzato a le Tuileries e sopra una perfetta ricostruzione del parquet di una scuola di danza consumato da ore e ore di "pliès, développés, grand fuettes, prima, seconda, terza posizione", accompagnati da una pianista che suona dal vivo, sfilano i cigni di Valentino.

Danzatrici avvolte di tulli e chiffon, ma l'emozione scaturisce dalle contrapposizioni.

Ecco che compaiono cappottoni militari su abiti di tulle, abiti sottoveste indossati su dolcevita, soprabiti sopra abiti lunghi: tutto studiato per suscitare e mozioni e reazioni e finire col ricomporre il tutto nel finale, durante il quale vince la leggerezza, l'impalpabilità e la leggiadria.

Sotto tutti gli abiti compare l'"accademico", ossia la tuta nera o carne che è la seconda pelle dei ballerini.

Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, i direttori creativi della maison, dichiarano:

La danza ha tanti aspetti in comune con la moda, nasconde la disciplina ed il rigore necessari per arrivare ad un certo tipo di risultati in cui, spesso, non si percepisce lo sforzo.

"Moda è Arte" è stato il ritornello di questa sfilata, una vera lezione di stile.

Il defilè viene aperto dal benvenuto dei due direttori creativi che lanciano un messaggio forte descrivendo l'essenza della collezione composta da un'ottantina di creazioni.

"Il fashion show è legato all'happening d'arte, perchè la moda è cultura. E come in un happening alla maniera di quelli newyorchesi degli anni Sessanta Settanta con Andy Wharol ci si parla, si confrontano le idee, ci si emoziona, ci si contamina. Per questo è importante partecipare dal vivo. Non basta uno schermo, è un po' come guardare in foto la Pietà di Michelangelo, invece che da pochi metri."

Maison Valentino, sempre fascino

La donna, la sua libertà, la sua leggerezza, la sua armonia, tutto questo al centro di questa collezione. Donne che sembrano danzare, libere da ogni vincolo, consce della loro bellezza. Oriente che incontra l'occidente. Velluti preziosi, kimoni giapponesi recuperati, antichi broccati esaltati da voli di farfalla e fiori applicati per dare tridimensionalità, chiffon tanto chiffon, … Leggi tutto Maison Valentino, sempre fascino