Io… anzi: noi

Se ciascuno di noi “bastasse” veramente a se stesso; se davvero potessimo sentirci “compiuti”, semplicemente prendendoci cura “soltanto” di noi stessi, non avrebbero più senso (o non avrebbero lo stesso significato…), concetti/esperienze quali l’altruismo, la disponibilità, la solidarietà, la stessa solitudine…

Come uno specchio…

Ci accostiamo all'arte, come se ci ponessimo di fronte ad uno specchio. Più o meno meno consapevolmente, tutti cercano nell'arte un "particolare" in cui potersi riconoscere. Ed è uno "specchio" profondo, misterioso, vivente., uno specchio al quale ci avviciniamo sempre con un po' di trepidazione, pervasi dalla "argentea" curiosità di scoprire qualcosa di ancora "sconosciuto" della nostra immagine…

Pupi ri zuccaru

Per i bambini siciliani: né dolcetto né scherzetto, ma pupi ri zuccaru o pupaccena, non pupi qualsiasi, ma pupi di e per la cena sacra. Da mangiare con uno specifico stato d’animo che apre le porte al rito della spiritualità. In Sicilia non esisteva l’usanza di scambiarsi doni per il Natale, perché si faceva per la Festa dei Morti, questa tradizione è ancora viva e tiene testa alla festa celtica di Halloween...

La vita scorre

"Non aspirare a una vita senza problemi. Una vita comoda dà come risultato una mente asfittica e pigra. Un antico maestro una volta disse: accetta di buon grado le ansietà e le difficoltà della vita." Gli Undici Detti di Kyong Ho...

Le uova: simbolo di rinascita

La tradizione di regalare uova affonda le radici in periodi lontanissimi, si sa che già i persiani, 5000 anni fa, usassero festeggiare il sopraggiungere della primavera, attraverso l'usanza di scambiare uova. La loro forma particolare ha da sempre rivestito un ruolo unico, quasi misterioso ed anche al tempo del paganesimo si riteneva che Cielo e Terra fossero le due metà dello stesso uovo, quindi simbolo di vita...

Che sia solo una questione di organizzazione?

“Il viaggiatore che scala la montagna in direzione di una stella,
se si fa assorbire troppo dai problemi della scalata,
rischia di dimenticare quale stella lo guida.”

Antoine de Saint-Exupéry

La nostra quotidianità si snoda attraverso molte difficoltà, i problemi grandi o piccoli che siano, occupano il nostro pensare e le responsabilità spesso sembrano sopraffarci. Ogni giorno sembra aggiungersi qualcosa alla già lunga lista di incombenze e criticità che ognuno di noi deve affrontare...