Rendersi conto

Abbandonare il desiderio di "cercare", significa "aver trovato"., smettere di voler "capire", vuol dire "aver compreso". Si raggiunge l'essenza dell'esistenza, considerando il "non-essere"; l'essenza della comprensione, attraverso il "non-sapere"...

…un Maestro prezioso

Conoscere i propri limiti significa sapere fino a che punto possiamo "inoltrarci"; capire come superarli, vuol dire farne una risorsa utile alla nostra crescita; subirli passivamente, equivale a chiuderci in un recinto chiuso. Le convinzioni limitano, il dubbio stimola, la conoscenza rafforza, la consapevolezza illumina...

L’Arte come “illuminazione”

Cosa trasforma, agli occhi del mondo, una pagina scritta, o un disegno su una tela, o un qualsiasi altro "impegno" creativo in un'opera d'arte? Probabilmente, potremmo azzardare come spiegazione, l'esatta corrispondenza tra ciò che l'artista percepisce, nel compiere il suo lavoro, e ciò che riesce effettivamente a trasmettere...

Due notti

Una donna molto anziana, nota a tutti per la sua profonda saggezza e per la sua scaltrezza, era prossima al compimento del suo centesimo anno. Qualche notte prima di quella data, la Morte stessa le fece visita in sogno, per preannunciarle che ere giunto per lei il momento di morire...

Tra due dita

Nei pressi di un piccolo villaggio, viveva un giovane monaco eremita, la cui fama si andava diffondendo in tutto il paese. La gente, infatti, si recava da lui per correggere i propri difetti, dopo averne ammesso il numero, consegnando al monaco una bisaccia contenente tante pietre per quante fossero le lacune da eliminare, attraverso i suoi consigli...

Non mi piaci

Un ricco commerciante di seta, ormai avanti negli anni, era certo di essere destinato ad una triste vecchiaia di solitudine. Nonostante fosse molto più che benestante, infatti, non era mai riuscito a prendere moglie, per via del suo aspetto fisico, dal momento che era piuttosto corpulento e nessuna donna si era mai interessata a lui...

Le due strade

Due giovani si recavano al mercato, di buon mattino, per concludere qualche buon affare. Giunti ad un bivio, uno dei due pensò bene di chiedere consiglio ad un mendicante, seduto sotto un albero. -Vecchio! Con quale strada arriverò prima al mercato?...

Amore… “mio” ?

Ci sono dinamiche relazionali che ci appaiono scontate; forse di più: inamovibili, genetiche. Ad esempio, “amare” qualcuno mette “in moto”, in qualche modo, anche una certa idea di “possesso”: io amo quella persona, quindi quella persona “mi appartiene”...

Tre monete

Un giovane commerciante di giada tornava a casa a piedi, dopo aver concluso un buon affare, percorrendo la strada completamente ricoperta di neve. Per due giorni, infatti, si era abbattuta sulla zona una violenta nevicata. Egli aveva riposto le tre monete d’oro, ricavate dalle vendite, nella sua bisaccia, senza avvedersi, però, che vi fosse, nella borsa, un piccolo foro, dal quale, una dopo l’altra, le tre monete uscirono, scomparendo nelle neve alta...